Gherardo Gaetani, detto Barù, è un wine specialist, opinionista televisivo e gourmet.

Nell’estate del 2012 accetta la proposta dello zio Costantino della Gherardesca di essere il suo compagno d’avventura per il docu-reality Pechino Express, che va in onda su Raidue tra il 13 settembre e il 15 novembre.
La coppia, sbaragliando ogni pronostico, resiste in gara sino all’ultima puntata, garantendosi un onorevole terzo posto.

Spesso ospite in programmi televisivi (Quelli che il calcioDetto fatto) da qualche tempo collabora con il re delle uova e della cinta senese nonché chef contadino Paolo Parisi (www.paoloparisi.it).
Con Paolo, Barù gira l’Italia e molte località all’estero presentando cooking show molto divertenti ed originali.

Il 22 maggio 2017 entra a far parte della giuria del programma Cuochi & Fiamme su La7 e La7D e vi rimane per due stagioni.

Barù utilizza Instagram per comunicare con la sua fan base.
Il suo account è @barulino.

Nell’aprile 2019 abbiamo prodotto il pilota di un format TV nativo per la IGTV dal titolo Il vino lo porto io.
L’idea era molto semplice: ad un personaggio che ha un fedele pubblico quasi esclusivamente femminile abbiamo dato la possibilità di incontrare alcune follower che si erano autocandidate a seguito di una call to action fatta da Barù con una storia IG.

Il pilota del programma lo potete vedere cliccando qui sotto.

Il risultato?

Barù, nel momento in cui è stato messo online Il vino lo porto io, aveva circa 19.000 followers.

Nel giro di poco meno di due settimane non soltanto c’è stata un’improvvisa impennata di questo dato… ma la vera sorpresa è stata la reach organica del format TV che ha totalizzato ben

14.000 visualizzazioni

Vediamo di capire meglio: in un mondo abituato ad “accontentarsi” di una reach organica tra il 5 e il 10% Il vino lo porto io ha avuto una resa di

quasi il 75%

Il vino lo porto io è la dimostrazione che – se usata in modo convincente – la IGTV offre enormi possibilità di intrattenimento virale per i suoi fruitori ed è tutt’altro che un progetto fallimentare come molti commentatori si sono affrettati a considerarla.

La IGTV è un possibile anello di congiunzione tra social media e TV, uno strumento nativo per lo smartphone, efficace e appealing molto più di quanto non lo sia Youtube (che guarda caso oggi offre la possibilità di visualizzare video verticali su cellulare).

Il vino lo porto io è un contenuto editoriale perfetto per essere trasformato in un branded content o per del product placement.

Se volete utilizzare questa opportunità non dovete fare altro che contattarci senza impegno per bere un caffè e fare quattro chiacchiere.